fbpx
 

La Bottega (digitale) della parola ancora non apre

Categorie

Tag

Data

06 10 2021

Questo è il nome che ho deciso di dare al mio shop online

Sto lavorando a questo progetto da mesi. L’ho pensato e studiato nei minimi dettagli.  La Bottega (digitale) della parola nascerà per essere di supporto a tutte le donne freelance e le autrici che vogliono lavorare sul proprio Brand Personale e la propria comunicazione ma non si sentono ancora pronte per investimenti economici “importanti”. 

Ci tengo in un modo che è davvero difficile da spiegare e, probabilmente, per la prima volta in vita mia mi mancheranno le parole giuste per farlo.

Ho fatto del supporto alle donne freelance e alle autrici la mia vocazione: nel mio piccolo, è il modo che ho per cercare di aiutare quante più donne possibili a reclamare il loro spazio nel mondo. È ciò che avrei voluto ci fosse quando io ho iniziato.  Ho pensato i prodotti in ogni singolo dettaglio: sento come se il concetto di Spieghino vivesse di vita propria. 

Eppure…

Le cose non stanno andando come avrei voluto: il mio desiderio era aprire la Bottega della Parola a metà settembre. Sto scrivendo questo articolo il 6 ottobre 2021 e ancora non è online. Ma la cosa peggiore è che non so quando lo sarà. Perché si è messa di mezzo qualcosa che è oltre il mio controllo: l’inefficienza degli uffici pubblici della città in cui vivo. 

L’unico modo che ho per far sì che la mia Bottega Digitale sia in regola in tutto e per tutto è far trasmettere dal mio commercialista la documentazione online. Non si può andare in presenza. Solo tutto digitale. Sarebbe tutto estremamente bello e semplice… Peccato che il portale apposito del Comune sia in manutenzione da settimane. Loro scrivono che è in manutenzione “per offrire un servizio migliore”. Qui, però, non c’è proprio nessun servizio e tutto è fermo. 

Come mi sento

Frustrata, arrabbiata e, nel corso della giornata, sono più le volte che avrei voglia di chiudere tutto e lasciar perdere di quelle in cui vorrei perseverare. Se avessi amato leggermente di meno questo progetto probabilmente avrei chiuso tutto. 

Ma c’è così tanta anima e così tanto cuore in quella Bottega e in quello Spieghino che a mollare non ci penso proprio. 
Quindi, in realtà, questo è un articolo di sfogo ma, sopratutto, di scuse. Ti avevo detto che a Settembre avresti avuto il tuo Spieghino ma così non è stato. E di questo ti chiedo scusa: detesto non mantenere la parola data. 

Quello che posso dirti oggi è che dobbiamo avere ancora un pochino di pazienza, ma quando la Bottega aprirà finalmente la sua porta sarà tutto bellissimo e come lo avevamo immaginato. 

Se ti fa piacere, nei prossimi giorni ti offrirò un tè virtuale e ti racconterò il sogno dietro questo progetto.

Ti abbraccio!

Potrebbe interessarti anche…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog

Iscrivendoti riceverai una volta al mese il riepilogo dei nuovi articoli pubblicati.

ATTENZIONE: iscrivendoti qui NON riceverai la Newsletter.

Grazie per esserti iscritta al mio blog